Dow's

Per oltre due secoli il nome di DOW è stato associato al porto più pregiato dei vigneti dell'Alta Valle del Douro. Per tutto il 20° secolo e fino al 21°, la famiglia Symington ha costruito l'eredità delle precedenti famiglie Silva e Dow.

La storia di Dow’s è insolita tra tutte le grandi cantine del porto. Cominciò nel 1798 quando Bruno da Silva, un mercante portoghese di Oporto, fece un viaggio opposto a quello dei primi mercanti britannici. Bruno si stabilì a Londra da dove importava vino dal suo paese natale. Sposò una donna inglese e fu rapidamente assimilato nella società londinese, dove il suo acume per gli affari portò a un’ottima reputazione per i suoi vini.ua origine è fiero che anche da parte di padre già si stava nel vino. Ha ristrutturato la cantina non solo con gusto e umiltà, ma con l’orgoglio e la coscienza di essere riuscito a far quello che sperava.

Nel 1877, Silva & Cosens si fuse con un’altra importante compagnia portuale, la Dow & Co, il cui partner senior era James Ramsay Dow, che si era fatto un nome nel 1856 con la pubblicazione del suo importante trattato, “Un indagine sul fungo della vite con i suggerimenti per un rimedio”. Il fungo Oidium all’epoca stava devastando i vigneti del Douro.

Il celebre professore di Oxford George Saintsbury ha sottolineato la posizione unica di Dow quando ha scritto nel suo famoso “Notes on a Cellarbook” (pubblicato per la prima volta nel 1920): “Non c’è vino da spedizioniere che ho trovato migliore del migliore di Dow’s 1878 e 1890 in particolare. ”

James Suckling di The Wine Spectator, una delle principali autorità odierne del Vintage Port, fu ugualmente colpito da un altro vino leggendario quando degustato più di cento anni dopo la sua produzione – il Dow’s 1896 – prodotto anche durante la direzione dei signori Silva, Warre e Dow: “L’antico Porto {1896} aveva ancora un colore rubino sorprendente con un bordo granato, e odorava di uvetta, pepe nero e frutti di bosco. Era corposo, con masse di frutta intrecciate a strati di tannini vellutati. È stato magnifico.”

10000
ETTARI VITATI
100
BOTTIGLIE PRODOTTE

Villa Nova de Gaia (PT)
Travessa barao forrester – 86 Apartado 26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.