Lopez de Heredia

In 144 anni, le generazioni della famiglia López de Heredia si sono dedicate allo scopo di ottenere vini eccezionali, capolavori di artigianato e raffinatezza, capaci di emulare i più famosi al mondo; un'aspirazione che il fondatore dell'azienda, Don Rafael López de Heredia y Landeta, definì, nel XIX secolo, la "Supreme Rioja".

La cura dei vigneti, la scrupolosa selezione delle uve, l’affinamento in botti di rovere bordolese, all’interno delle sue profonde gallerie sotterranee ed il successivo affinamento in bottiglia, danno origine a questi vini dotati della grande delicatezza di sfumature che ne costituiscono l’eccezionale ” mazzo”.

Per molto tempo i vini di López de Heredia hanno ricevuto nomi diversi, a seconda dello stile della loro elaborazione, marchi ridotti a quelli oggi in vigore e famosi nei cinque continenti, presieduti da “Viña Tondonia”, come aveva programmato il fondatore nei suoi primi sogni.

I bianchi richiedono una menzione speciale, poiché se c’è una casa con esperienza in vini bianchi antichi, è López de Heredia. Questa casa non ha avuto alcun pregiudizio ad invecchiare il vino in rovere fintanto che i rossi. Il risultato è molto più sorprendente di quanto si possa supporre. Quando questo tipo di vino trascorre molto tempo in legno, è logico che i sapori e gli aromi del rovere siano più pronunciati e persino sbilanciati.

Tuttavia, quando l’affinamento in bottiglia ha saputo lucidare i bordi del legno e creare nuovi e seducenti aromi di spezie, mandorle amare, vaniglia e noci, quello che viene definito un “bouquet”, ci ritroviamo con un bianco maestoso Viña Tondonia e opulento.

170
ETTARI VITATI
100
BOTTIGLIE PRODOTTE

Haro (La Rioja)
Av. Vizcaya – 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.